Co.co.co. 2016: precisazioni dal Ministero

Flash NewsIl Ministero del Lavoro ha precisato che dal 1.01.2016 le forme di collaborazione si suddividono in due categorie. La prima è la collaborazione coordinata e continuativa tradizionale, cui si applica la disciplina tipica delle co.co.co. in materia fiscale, contributiva e contrattuale. La seconda è la collaborazione coordinata e continuativa con tempi e luoghi di lavoro fissati dall’azienda. A tale categoria si applica la disciplina del lavoro subordinato.
Il doppio regime di disciplina vale anche per le co.co.co. con partita Iva (esclusi professionisti con albi) e per l’estensione delle tutele del lavoro dipendente devono concorrere tutti i requisiti.

Be social

Comments are closed.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Vai alla barra degli strumenti