Srl unipersonale

L’utilizzo della Srl unipersonale non presenta particolari contenuti di abuso del diritto: infatti, vi è una distinta separazione tra socio e società che consente di beneficiare della responsabilità limitata, a condizione che sia versato integralmente il capitale sociale e sia data una corretta pubblicità sui dati dell’unico socio presso il Registro delle Imprese.
Ai sensi dell’art. 2478 C.C. i creditori possono opporsi ai contratti tra società e unico socio, nel caso in cui questi risultino iscritti nel libro delle determinazioni dell’amministratore o se sono redatti con atto avente data certa anteriore alle eventuali azioni dei creditori. Tali società unipersonali possono determinare il reddito secondo 3 modalità: mediante il regime ordinario Ires, il regime di trasparenza oppure il regime Iri.
La possibilità più conveniente per trasformare un’impresa individuare in una Srl unipersonale è data dal conferimento, non emergendo plusvalenze imponibili. Mediante tale trasformazione il soggetto potrà beneficiare della deducibilità degli interessi passivi non sull’importo totale, anche se inerenti l’attività d’impresa (a differenza di quanto avviene per l’impresa individuale), ma nella misura del 30% del Rol, mentre le riserve di utili già tassate presenti nel patrimonio netto dell’impresa individuale diventano riserve di capitale nella società conferitaria, che potranno essere distribuite al socio senza emersione di imponibile, salvo ridurre il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione.

Be social

Comments are closed.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Vai alla barra degli strumenti