Benvenuti !!!

Studio C&RBenvenuti su www.comparinirusso.it, il web-office dello Studio Comparini & Russo – Studio di consulenza, revisione ed assistenza aziendale, contabile, fiscale, societaria, amministrativa, contrattuale e del lavoro. Vi auguriamo buona navigazione e, per qualsiasi Vostra necessità, non esitate a contattarci, saremo lieti di poterVi assistere.

Potete scaricare la nostra presentazione in formato .pdf cliccando qui.

FLASH NEWS – Estinzione società e responsabilità dei soci

FLASH NEWS – Estinzione società e responsabilità dei soci

Nel caso di estinzione della società e di cancellazione della stessa, i soci rispondono delle obbligazioni sociali, compresi i debiti erariali, nel limite delle azioni o quote sottoscritte e, comunque, fino all’ammontare delle somme riscosse in base al bilancio finale di liquidazione, salvo il caso in cui i soci abbiano garantito in proprio determinati debiti sociali (C.T.R. Sicilia, sentenza n. 7646/15/2022, depositata il 16.12.2022.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Fiscalità degli autoveicoli

FLASH NEWS – Fiscalità degli autoveicoli

L’acquisto di autovetture da parte di imprese e professionisti comporta la possibilità di detrarre l’Iva, nella misura del 40%, per i veicoli non utilizzati esclusivamente nell’esercizio dell’impresa, dell’arte e della professione, qualsiasi sia l’alimentazione. Tale regime di favore si applica a tutti i componenti negativi relativi a tali veicoli.
La detrazione è invece pari al 100% per i veicoli utilizzati come taxi, scuole guida e per gli acquisti di veicoli da utilizzare per attività di leasing e noleggio o come bene merce.
Per quanto riguarda le imposte sui redditi è necessario fare riferimento all’art. 164 del Tuir che limita la piena deducibilità al solo caso di veicoli per uso pubblico o utilizzati esclusivamente come beni strumentali per l’attività d’impresa. La deducibilità scende all’80% per gli agenti di commercio, al 70% per i veicoli concessi ai dipendenti in uso promiscuo e al 20% per tutti gli altri casi. I limiti di deducibilità non si applicano ai veicoli immatricolati per uso speciale nella categoria “N”.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Comunicazione del titolare effettivo

FLASH NEWS – Comunicazione del titolare effettivo

Unioncamere sta inviando a società di capitali, trust, associazioni e fondazioni una Pec per preparare i nuovi obbligati alle comunicazioni, utili per il registro dei titolari effettivi, legate alla disciplina antiriciclaggio.
La comunicazione dovrà essere effettuata entro i 60 giorni successivi la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Co.co.co senza bonus carburante

FLASH NEWS – Co.co.co senza bonus carburante

Le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate (circolari 27/E/2022 e 35/E/2022) confermano l’esclusione dall’esenzione del buono carburante di € 200 (art. 2 D.L. 21/2022) per collaboratori coordinati e continuativi, stagisti e titolari di borsa di studio.
Tali soggetti potranno fruire invece dei rimborsi delle utenze domestiche in esenzione fiscale nel limite di € 600. (art. 12, D.L. 115/2022). Il datore di lavoro potrà acquisire e conservare la relativa documentazione giustificatrice della somma rimborsata oppure richiedere un’autocertificazione con la quale il lavoratore attesterà di essere in possesso della documentazione comprovante la tipologia di spesa.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – La fattura compilata erroneamente non è titolo per la deduzione del costo

FLASH NEWS – La fattura compilata erroneamente non è titolo per la deduzione del costo

L’irregolarità della fattura, non redatta in conformità ai requisiti di forma e contenuto prescritti dall’articolo 21, D.P.R. 633/1972, fa venir meno la presunzione di veridicità di quanto in essa rappresentato e la rende inidonea a costituire titolo per il contribuente ai fini del diritto alla deduzione del costo relativo; per conseguenza l’Amministrazione finanziaria può contestare l’effettività delle operazioni ad essa sottese e ritenere indeducibili i costi nella stessa indicati (cfr. sentenze n. 211/2018 e n. 21446/2014).
Cassazione – sezione VI – ordinanza n. 25269 – 21 giugno 2022 – 24 agosto 2022

(Euroconference)

Be social

FLASH NEWS – Accessi e verifiche: non serve la presenza del titolare

FLASH NEWS – Accessi e verifiche: non serve la presenza del titolare

In caso di accertamento e verifiche presso i locali dell’impresa, non è necessaria la presenza del “titolare”, ma è sufficiente quella di un delegato, cui l’incarico può essere conferito anche oralmente, non essendo prescritti particolari requisiti di forma; alla fattispecie, infatti, non è applicabile l’articolo 52, D.P.R. 633/1972, il quale prevede l’obbligo di eseguire l’accesso “in presenza del titolare dello studio o di un suo delegato” che riguarda, come testualmente previsto solo questa specifica ipotesi, evidentemente diversa da quella in cui l’accesso è stato eseguito presso la sede di società di capitali (cfr. sentenza n. 6683/2017).
Cassazione – sezione V – sentenza n. 24301 – 5 luglio 2022 – 4 agosto 2022

(Euroconference)

Be social

FLASH NEWS – Responsabilità dell’amministratore senza deleghe

FLASH NEWS – Responsabilità dell’amministratore senza deleghe

La Cassazione, con la sentenza 13.09.2022, n. 33582, ha stabilito che l’amministratore senza deleghe non può essere considerato responsabile della bancarotta fraudolenta commessa dagli altri componenti del consiglio di amministrazione per il solo mancato esercizio dei generici doveri di intervento che attengono alla sua posizione: è necessaria la prova dell’effettiva conoscenza delle condotte mendaci o distrattive degli amministratori dotati di deleghe e della volontà di avallarle con la propria inerzia.
In mancanza di questi elementi, il comportamento omissivo dell’amministratore senza deleghe potrà, al massimo, essere ricondotto a un addebito per colpa, anche grave, e a una mera responsabilità di posizione.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Regime agevolato (o penalizzato?) per distribuzione dividendi ai soci

FLASH NEWS – Regime agevolato (o penalizzato?) per distribuzione dividendi ai soci

La gestione dei dividendi da distribuire ai soci si preannuncia complicata, in quanto entro il 31.12.2022 (salvo proroghe) si possono distribuire dividendi, consentendo ai soci di fruire del regime di tassazione precedente, che risulta agevolato rispetto a quello introdotto dalla L. 205/2017 (applicabile alle riserve di utili generate dal 2018 in poi).
Al socio persona fisica l’intero ammontare delle riserve di utili generate fino al 2017 potrebbe essere distribuito permettendogli di fruire del regime di parziale concorrenza al reddito imponibile, anziché la ritenuta d’imposta al 26%.
Tuttavia, l’operazione presenta incognite e ostacoli (ad esempio, assumere la delibera entro il 31.12.2022 senza reale distribuzione espone i soci a un probabile contenzioso) che devono essere affrontati tenendo in considerazione i recenti interpelli dell’Agenzia delle Entrate, tra cui il n. 492/2022 per riserve in sospensione.
Le regole da tenere in considerazione si possono riassumere come segue:
• tempistica della disciplina transitoria;
• presunzione di distribuzione prioritaria delle riserve di utili poi di quelle di capitale;
• riserve in sospensione d’imposta distribuite generano un debito impositivo per la società erogante (la base imponibile non deve essere aumentata dell’imposta sostitutiva da rivalutazione);
• se il socio è una società di capitali è indifferente il cambio di regime di tassazione (il dividendo rimane comunque tassato per il 5%).

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Accertamento da studi di settore

FLASH NEWS – Accertamento da studi di settore

Le sovrattasse per violazioni tributarie non sono trasmissibili agli eredi, analogamente a quello che avviene per le pene pecuniarie. Lo ha stabilito la Cassazione, sezione sesta, con l’ordinanza n. 31420 del 25.10.2022.

Nel contenzioso avente a oggetto un avviso di accertamento basato su studi di settore, lo stesso non può trovare conferma unicamente sulla scorta dello scostamento con i ricavi dichiarati rilevato dal giudice, dovendo quest’ultimo, ai fini della conferma della legittimità dell’atto, valutarne anche nello specifico la portata e l’eventuale gravità (C.T.R. Lazio, sentenza n. 1818/02/2022).

(ItaliaOggi – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Bonus € 600 esteso ai familiari

FLASH NEWS – Bonus € 600 esteso ai familiari

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 4.11.2022, n. 35/E, fornisce i primi chiarimenti in merito all’innalzamento (a € 600), per tutto il 2022, dell’esenzione dal reddito di lavoro dei fringe benefit, esteso al rimborso del pagamento delle utenze domestiche.
I due principali chiarimenti riguardano:
• la possibilità di copertura dei costi di bollette inerenti immobili posseduti, o detenuti, da coniuge o familiari (a condizione che ne sostengano effettivamente le spese);
• la possibilità per le utenze intestate al condominio o al proprietario, ma i cui costi sono ribaltati al conduttore, di accedere alla copertura sempreché la ripartizione ed il riaddebito delle spese siano analitici.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Vai alla barra degli strumenti