Benvenuti !!!

Studio C&RBenvenuti su www.comparinirusso.it, il web-office dello Studio Comparini & Russo – Studio di consulenza, revisione ed assistenza aziendale, contabile, fiscale, societaria, amministrativa, contrattuale e del lavoro. Vi auguriamo buona navigazione e, per qualsiasi Vostra necessità, non esitate a contattarci, saremo lieti di poterVi assistere.

Potete scaricare la nostra presentazione in formato .pdf cliccando qui.

FLASH NEWS – Utilizzo del credito annuale Iva

☞ FLASH NEWS – Utilizzo del credito annuale Iva ☜

Già nel mese di gennaio i contribuenti che hanno chiuso l’anno precedente con un credito d’imposta possono iniziare a spenderlo in pagamento degli altri tributi, premi e contributi, fino alla soglia di 5.000 euro, che rappresenta il limite utilizzabile liberamente. Oltre tale soglia, è invece necessaria la preventiva presentazione della dichiarazione annuale Iva 2023 (per l’anno 2022) recante il visto di conformità, condizione che potrà essere soddisfatta a partire da febbraio 2023.
Fino alla presentazione della dichiarazione è però possibile continuare a utilizzare l’eventuale residuo importo disponibile del credito iva 2021, risultante dalla dichiarazione annuale 2022, se regolarmente “vistata”. Occorre fare attenzione a non superare il tetto massimo fissato dalla legge per tutti i crediti compensabili nel modello F24, cumulativamente stabilito in 2 milioni di euro per ciascun anno solare.

(ItaliaOggi – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Misure per contrastare il “caro energia”

☞ FLASH NEWS – Misure per contrastare il “caro energia” ☜

La legge di Bilancio 2023 contiene numerosi di interventi a favore delle imprese per contrastare il “caro energia”. Si riconoscono, anche nel 1° trimestre 2023, elevandone le percentuali, alcuni crediti di imposta già concessi nel 2022 per contrastare l’aumento dei costi dell’energia elettrica e del gas, estesi anche alle spese relative all’energia e al gas sostenute fino al 31.12.2022. Si tratta delle seguenti misure:
– credito d’imposta per le imprese energivore, nella misura del 45% delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel mese del 1° trimestre 2023;
– credito d’imposta per imprese dotate di contatori di energia elettrica di specifica potenza disponibile, pari – superiore a 4,5 kW, diverse dalle energivore, in misura pari al 35% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nel 1° trimestre 2023;
– credito d’imposta per imprese gasivore, in misura del 45% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas;
– credito d’imposta per l’acquisto di gas naturale per imprese non gasivore, pari al 45% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas, consumato nel 1° trimestre 2023, per usi diversi dal termoelettrico.

(ItaliaOggi – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Proroga dichiarazione investimenti pubblicitari

☞ FLASH NEWS – Proroga dichiarazione investimenti pubblicitari ☜

Ai fini del credito di imposta istituito dall’art. 57-bis, c. 1-quater D.L. 50/2017, convertito dalla L. 96/2017, il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria ha comunicato che i termini per la presentazione delle dichiarazioni sostitutive relative agli investimenti pubblicitari realizzati nell’anno 2022 sono stati differiti al periodo 9.01-9.02.2023 (anziché dal 1.01 al 31.01.2023).
I soggetti che hanno presentato la “comunicazione per l’accesso” al bonus pubblicità per l’anno 2022 (che doveva essere inoltrata tra il 1.03 e il 31.03.2022) per confermare la “prenotazione” devono trasmettere la dichiarazione sostitutiva telematica entro i termini sopra indicati.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Limiti più elevati per la contabilità semplificata

☞ FLASH NEWS – Limiti più elevati per la contabilità semplificata ☜

Per la contabilità semplificata, sono stati elevati i limiti a 500.000 euro per le imprese aventi per oggetto prestazioni di servizi e a 800.000 euro per le imprese aventi per oggetto altre attività. Questi nuovi limiti si applicano dal 1.01.2023; tuttavia, dovrà essere chiarito ufficialmente se per accedere o rimanere in contabilità semplificata i ricavi conseguiti nel 2022 dovranno essere confrontati con i limiti precedenti (400.000 euro e 700.000 euro) o se sia possibile già applicare i nuovi limiti più elevati.

(ItaliaOggi – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Autovetture aziendali effettivamente strumentali

☞ FLASH NEWS – Autovetture aziendali effettivamente strumentali ☜

La disciplina fiscale delle autovetture possedute da imprese e professionisti a vario titolo (proprietà, leasing, noleggio o analoghi), si presenta molto restrittiva, ponendo forti limiti sia alla deducibilità dei costi sia alla detraibilità dell’Iva (rispettivamente disciplinata dall’art. 164 Tuir e dall’art. 19-bis1, lett. c) D.P.R. 633/1972), puntando sul concetto di esclusiva strumentalità dell’autovettura rispetto all’attività.
Il concetto di esclusiva strumentalità è stato affrontato dall’Agenzia delle Entrate, con la risposta a interpello 7.11.2022 n. 553, che, richiamando precedenti circolari e risoluzioni, lo individua nelle autovetture “senza le quali l’attività non può essere esercitata”, affermando, altresì, che a nulla rileva la modalità organizzativa dell’impresa.
La risposta ad interpello estende il concetto di esclusiva strumentalità alle autovetture con le seguenti caratteristiche: dotate di attrezzature e prescritte dal decreto del Ministero dell’Interno, obbligatoriamente richieste per svolgere l’attività, e non utilizzabili, per le loro stesse caratteristiche, per scopi privati.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Sanatoria errori formali

☞ FLASH NEWS – Sanatoria errori formali ☜

L’art. 1, cc. 166-173 della L. 29.12.2022 n. 197 (legge di Bilancio 2023) ripropone il contenuto dell’art. 9 del D.L. 119/2018, limitandosi a modificare il termine entro cui le violazioni devono essere state commesse per poter fruire della sanatoria (termine altrimenti fissato al 31.10.2022).
Tutto il resto rimane invariato, conseguentemente si ritiene che possano essere validi molti degli spunti ricavabili dal provvedimento 15.03.2019 n. 62274 e dalla circolare n. 11/E/2019, precedentemente emessi dell’Agenzia delle Entrate.
La violazione formale da sanare non è di agevole individuazione. Tuttavia, la circolare n. 11/E/2019 contiene un elenco delle violazioni sanabili e delle violazioni non sanabili (tra cui: il visto di conformità irregolare; le omesse dichiarazioni di redditi, Iva e Irap; le mancate emissioni di fatture, ricevute e scontrini che hanno inciso sulla determinazione del tributo).
Il costo per accedere al nuovo condono formale è pari a 200 euro per ciascun periodo d’imposta, comprendendo ogni comparto impositivo del periodo. È possibile sanare anche singoli periodi d’imposta.
Per perfezionare la procedura, occorre procedere anche alla rimozione delle violazioni commesse.

(Il Sole24Ore – Ratio)

Be social

Corso di formazione “Fare impresa con il franchising”: appuntamento al 20 febbraio

– § – CORSO DI FORMAZIONE “FARE IMPRESA CON IL FRANCHISING”: APPUNTAMENTO AL 20 FEBBRAIO – § – 

In programma il corso di formazione in materia di franchising organizzato da Professional Group SRL e Studio Comparini & Russo e che vedrà unico relatore il Dott.Rag.Mirco Comparini

Fare impresa con il franchising“, è il titolo del corso che si svolgerà il 20 febbraio 2023 nell’arco di una intera giornata, dalle ore 9.00 alle ore 18.00.
Dall’idea alla progettazione, dal supporto alla consulenza. Tutto quello che c’è da sapere per progettare la costruzione di una rete commerciale e analizzare e valutare una adesione ad un marchio.
Il franchising è un fenomeno economico, un modello di business, un sistema distributivo, una modalità di espansione aziendale, una modalità di esercizio dell’impresa, una forma di sviluppo aziendale a rete che ha due protagonisti della medesima tipologia: due imprese.
Il franchising è anche contrattualistica, progettazione, pianificazione, gestione e controllo aziendale, applicazione e interpretazione di norme, assistenza, consulenza, contenzioso, giurisprudenza, comunicazione, organizzazione.
A chi si rivolge il corso?
Il corso consente di avere una basilare e necessaria panoramica circa gli elementi essenziali e caratteristici per una progettazione di sistemi di franchising oppure per affinare la gestione di reti di franchising già operative e anche per predisporre una valutazione per necessità di tipo creditizio.
L’utilità si estende anche a quanto necessario all’analisi e alla valutazione per adesioni ad una o più reti e per iniziali e basilari approcci a forme di consulenza e assistenza aziendale in favore di imprese che intendono operare o già operano in franchising.
L’evento è accreditato ai fini della formazione obbligatoria degli iscritti ODCEC.

Ai partecipanti:

  • sarà consegnato materiale didattico per l’utilizzo nel corso dell’evento (testi normativi e articoli accademici);
  • successivamente saranno inviati:
    • due brevi testi in omaggio (“Storia del franchising” e “Il Partenariato Commerciale”);
    • l’attestato di partecipazione al corso.

IL PROGRAMMA
 “Fare impresa” con il franchising
o Franchising, cos’è realmente?
o Lettura integrale della legge
 Le altre forme di reti commerciali (sintesi)
 Perché il franchising?
o L’espansione aziendale: possibilità e difficoltà
o I pilastri
o La radiografia del sistema: cos’è?
 Caratteristiche generali di un progetto di franchising (le fasi fondamentali)
 La legge sul franchising
 Caratteristiche generali
o Analisi analitica su singole tematiche:
– Il contratto
– Le informazioni precontrattuali
– Il know how (la codifica e la protezione)
– La sperimentazione e le previsioni “di business”
 Analisi economica e finanziaria di una adesione
o Sintesi di un esempio pratico
 Esercitazione interattiva (con stralci video)
o L’analisi del film “The Founder – La storia di Ray Kroc” (McDonald’s)

Il Dott.Rag.Mirco Comparini è il primo relatore ad aver predisposto e offerto al pubblico (maggio 2018) un corso di formazione sul franchising con analisi interattiva di parti del film “The Founder – La storia di Ray Kroc” (McDonald’s) uscito nelle sale italiane nel gennaio 2017 e ad aver scritto (gennaio 2017) un articolo sullo stesso film (““The Founder”, in scena #McDonald’s e il #franchising…le colonne di una mia “scelta professionale”“) trattando esclusivamente la materia del franchising (a differenza di molti altri interventi in materia di marketing, temi motivazionali, ecc.) e integrato successivamente (dicembre 2017) con altro articolo a completamento (““The Founder” (McDonald’s), ho ancora qualcosa da dire…“).

Scarica:

Per informazioni inviare email a info@professionalgroup.net

Be social

FLASH NEWS – Assegno unico e pensioni minime

☞ FLASH NEWS – Assegno unico e pensioni minime ☜

Dal 1.01.2023 l’assegno unico vedrà un incremento del 50% a favore delle famiglie con figli di età inferiore a un anno e delle famiglie numerose (con 3 o più figli) che abbiano nel nucleo figli di età compresa tra 1 a 3 anni, con Isee massimo pari a 40.000 euro. La legge di Bilancio per il 2023, inoltre, elimina qualsiasi riferimento normativo legato alla dicitura “2022” nelle norme sull’assegno unico, rendendolo una misura strutturale.
Per il 2023 e per il 2024 sale all’85% la rivalutazione dei trattamenti pensionistici pari o inferiori a 5 volte il minimo Inps.
Sul fronte delle pensioni minime, ossia di importo pari o inferiore al minimo Inps, dalla mensilità di gennaio 2023 a quella di dicembre 2024 è riconosciuto, in via transitoria, un incremento ulteriore dell’1,5% per il 2023, elevato a 6,4% per chi ha più di 75 anni e del 2,7% per l’anno 2024.

(ItaliaOggi – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Misure a favore del lavoro dipendente per il 2023

☞ FLASH NEWS – Misure a favore del lavoro dipendente per il 2023 ☜

Per i lavoratori dipendenti i premi di produttività erogati nell’anno 2023 saranno più agevolati: previsto un taglio dell’aliquota d’imposta sostitutiva dell’Irpef alla quale sono soggette le somme, che passa dal 10% al 5% per i premi fino a 3.000 euro.
Per i congedi parentali è previsto un mese in più di congedo facoltativo utilizzabile alternativamente da uno o dall’altro genitore. L’indennità relativa è aumentata dal 30% all’80% della misura della retribuzione, fino al 6° anno di vita del bambino. La disposizione si applica con riferimento ai lavoratori che terminano il periodo di congedo di maternità o di paternità successivamente al 31.12.2022.
Il taglio del cuneo fiscale riguarda solo il lavoratore dipendente, con un esonero pari al 2% sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore che percepisca redditi fino a 35.000 euro. La misura dell’esonero è innalzata al 3% per i redditi fino a 25.000 euro. La misura riguarda solo i periodi di paga dal 1.01 al 31.12.2023.

(ItaliaOggi – Ratio)

Be social

FLASH NEWS – Operatività per l’apertura delle partite Iva

☞ FLASH NEWS – Operatività per l’apertura delle partite Iva ☜

Ulteriore misura di presidio preventivo per evitare il rilascio di partite Iva a soggetti che presentano profili di rischio. L’Agenzia delle entrate, a seguito di specifiche analisi, invita il contribuente a esibire le scritture contabili per verificare l’effettivo esercizio dell’attività; in caso di mancata comparizione o di esito negativo dei riscontri, chiude d’ufficio la posizione. Il destinatario del provvedimento di cessazione è punito con una sanzione di 3mila euro e, per riaprire partita Iva, deve presentare una fideiussione bancaria o assicurativa di durata triennale per non meno di 50mila euro o, se superiore, per l’importo ancora dovuto per le violazioni commesse prima della chiusura d’ufficio.

(Ratio)

Be social
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Vai alla barra degli strumenti