Benvenuti !!!

Studio C&RBenvenuti su www.comparinirusso.it, il web-office dello Studio Comparini & Russo – Studio di consulenza, revisione ed assistenza aziendale, contabile, fiscale, societaria, amministrativa, contrattuale e del lavoro. Vi auguriamo buona navigazione e, per qualsiasi Vostra necessità, non esitate a contattarci, saremo lieti di poterVi assistere.

Potete scaricare la nostra presentazione in formato .pdf cliccando qui.

Divieto di attività di bed and breakfast in condominio

Sono in aumento i casi di assemblee condominiali che vengono convocate per vietare lo svolgimento delle attività di bed and breakfast (B&B). In particolare, chi decide di avviare un’attività di B&B nel proprio appartamento condominiale rischia di disturbare la tranquillità e la sicurezza degli altri condomini.
Tuttavia, mancando ancora un preciso orientamento giurisprudenziale, in linea generale simili divieti possono essere previsti in origine nel regolamento contrattuale. Il divieto di B&B può anche risultare da una delibera assembleare, purché assunta con il consenso unanime di tutti i partecipanti e poi trascritta nei registri immobiliari.

Be social

Riporto delle perdite per soggetti Irpef semplificati e ordinari

L’art. 1, c. 23 della legge di Bilancio 2019 ha modificato le regole del riporto perdite per i soggetti Irpef sia in contabilità semplificata che ordinaria, uniformandole con quelle dei soggetti Ires. Il riporto non ha la scadenza, prima quinquiennale, ma il relativo utilizzo non deve andare oltre l’80% dell’imponibile dell’anno in cui la perdita viene utilizzata.
In altre parole, nel 2019 il reddito non può scendere sotto il 20% di quello determinato secondo competenza.

Be social

Riporto perdite per impresa familiare in contabilità semplificata

Nel caso dell’impresa familiare in contabilità semplificata, solo il titolare potrà beneficiare del riporto delle perdite, introdotto dalla legge di Bilancio 2019.
La modifica delle quote di ripartizione degli utili a fine anno 2018 potrebbe consentire un maggiore utilizzo delle perdite pregresse sempre che la quota sia proporzionata alla quantità e alla qualità del lavoro prestato.
Si ricorda, infatti, che le perdite conseguite nel 2017, 2018 e 2019 si riportano a nuovo compensandole con i redditi del 2018, 2019 e 2020 entro determinati limiti percentuali. Per le perdite 2017, è stabilito un tetto del 40% sul 2018 e 2019 e del 60% sul 2020.

Be social

Calendario dichiarativo per indici sintetici di affidabilità fiscale (34di4)

I contribuenti non sono ancora in grado di acquisire i dati necessari per il calcolo presenti negli archivi dell’Anagrafe tributaria. La data a partire dalla quale sarà possibile prelevare i file sarà indicata sul sito internet delle Entrate (presumibilmente verso fine maggio). Il software per effettuare il calcolo sarà disponibile, presumibilmente, nei primi 10 giorni di giugno. Per tale motivo, il Governo ha concesso il rinvio della prima scadenza di versamento al 22.07.2019.

(fine)

Be social

Lo Studio C&R segnala al Garante del Contribuente il caos ISA (ex Studi Settore)

Lo Studio Comparini & Russo ha trasmesso una formale comunicazione al “Garante del Contribuente della Toscana” ed ha GRATUITAMENTE MESSO A DISPOSIZIONE DEI CLIENTI tutta la documentazione necessaria per consentire agli stessi di effettuare le medesime segnalazioni.

La segnalazione, sulla base di quanto è ormai facilmente riscontrabile e verificabile, ha per oggetto la richiesta di un intervento del Garante circa la presenza di gravissime problematiche operative inerenti all’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale (ISA), che sostituiscono gli Studi di Settore e che stanno creando moltissimi disagi a professionisti e contribuenti.
Sulla base di molti pareri tecnici, il complesso contesto operativo e normativo che ne è progressivamente conseguito in questi mesi è in palese contrasto con lo Statuto del Contribuente (Legge n.212/2000). Per tali motivi, molte realtà hanno deciso di richiedere l’intervento al Garante del Contribuente e l’iniziativa si sta espandendo su tutto il territorio nazionale. L’iniziativa è anche frutto di una intensa attività direttamente svolta dal Dott.Rag.Mirco Comparini insieme a molti altri professionisti operanti in Italia i quali si sono coordinati in una attiva e fattiva collaborazione che sta generando una sempre maggiore attenzione e gradito apprezzamento.

Di seguito anche i comunicati stampa di:

  • Associazione Nazionale Commercialisti-Associazione Dottori Commercialisti (QUI)
  • Associazione Italiana Dottori Commercialisti-Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (QUI)
  • Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (QUI)
Be social

Calendario dichiarativo per indici sintetici di affidabilità fiscale (3di4)

Per i professionisti, dopo aver stimato il compenso medio, questo sarà confrontato con i compensi minimi divisi per provincia e se il compenso medio dovesse essere inferiore ai “minimi provinciali” scatterà l’anomalia e sarà attribuito al contribuente un punteggio pari a 1, che abbasserà notevolmente il punteggio finale.
Il contribuente, al fine di raggiungere un maggior grado di affidabilità e ottenere i benefici previsti dal regime premiale, può decidere di indicare nelle dichiarazioni fiscali ulteriori componenti positivi non risultanti dalle scritture contabili.

(segue)

Be social

Calendario dichiarativo per indici sintetici di affidabilità fiscale (2di4)

Per ottenere il punteggio finale, il modello utilizza specifici indicatori di affidabilità e di anomalia. Nel caso si ottengano disallineamenti tra le informazioni dichiarate nei modelli Isa o con informazioni presenti in altre banche dati esterne, si rischia un punteggio “insufficiente”. Ad esempio, sarà confrontato il numero delle giornate retribuite relative ai dipendenti, dichiarate nel quadro A del modello Isa, con lo stesso dato desumibile dagli archivi della Certificazione unica (Cu) e Uniemens-Inps.

(segue)

Be social

Calendario dichiarativo per indici sintetici di affidabilità fiscale (1di4)

Il periodo d’imposta 2018 è il primo periodo in cui troveranno applicazione i nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale. Di conseguenza, ai fini della dichiarazione dei redditi 2019, la prima operazione da eseguire è l’acquisizione dei dati necessari, indicati nell’allegato 1 del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 126200/2019, che devono essere estratti dall’archivio dell’anagrafe tributaria (dal cassetto fiscale o con apposita delega).
(segue)

Be social

Gli argomenti della Circolare di Aggiornamento Mensile per i Clienti dello Studio

E’ in corso di trasmissione la Circolare di Aggiornamento Mensile per i Clienti dello Studio. Questo mese, insieme all’Allegato “Il «totale pagine» del fisco nazionale“, approfondimenti tematici su:

  • NOTIZIARIO IN BREVE
  • APPROFONDIMENTO “IMPRESA”
    • DIPENDENTI E AMMINISTRATORI – I RIMBORSI SPESE
    • INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITA’ FISCALE (ISA) – DIFFICOLTA’ OPERATIVE IMMENSE E LE DIFFERENZE CON GLI STUDI DI SETTORE
  • FONDIMENTO “LAVORO”
    • INSTALLAZIONE E UTILIZZO IMPIANTI AUDIOVISIVI – NO AL SILENZIO ASSENSO PER L’AUTORIZZAZIONE
  • SCADENZARIO
  • INTERVENTI EDITORIALI DELLO STUDIO – “Quanto costa aprire un franchising” (in “AZ Franchising”)

Immagine correlataLa Circolare di Aggiornamento Mensile trasmessa a tutti i Clienti dello Studio Comparini & Russo è stata istituita nel 1999 e da allora ha costantemente ottenuto l’apprezzamento di molti nostri consolidati Clienti e di altre organizzazioni ed istituzioni. Inizialmente predisposta come forma di consulenza e aggiornamento a pagamento a favore dei Clienti aderenti a tale modalità di supporto, da alcuni anni la Circolare è trasmessa a tutti i Clienti in forma gratuita ampliando così i vantaggi ed i benefici a favore degli stessi Clienti e agevolandoli nel ricevere aggiornamenti ed informazioni continue, costanti e tempestive.

Be social

Rimborso Irpef da modello 730 senza sostituto d’imposta

Il rimborso Irpef che emerge dal modello 730 sarà erogato nella busta paga di luglio. Nel caso di 730 (precompilato o ordinario) presentato in assenza di sostituto d’imposta, il rimborso viene eseguito direttamente dall’amministrazione finanziaria.
Tuttavia, il rimborso non viene erogato direttamente dal sostituto anche quando viene operato il cosiddetto “controllo preventivo” dall’Agenzia delle Entrate. Le 2 condizioni previste sono la presenza di elementi di incoerenza e l’importo del credito superiore a 4.000 euro.

Be social
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Vai alla barra degli strumenti